Content Marketing

Persone, processi, piattaforme

Competenza ed esattezza, preferibilmente in tempo reale

 

Il Content Marketing non può limitarsi alla creazione e realizzazione di una campagna. Deve entrare a far parte del DNA stesso dell’impresa e trasformarsi in elemento costituente della crescita dell’impresa in direzione del Social Business.

Siamo assediati dai contenuti – social media, videogame, video più o meno virali, libri, leaflet, white paper, fate voi. In molti diranno che non serve produrre altri contenuti, ma questa non può essere la soluzione, se non altro perché in molti all’interno dell’impresa vanificherebbero il loro stesso ruolo.

Superare il sovraccarico informativo non è semplice.

Per iniziare la rapidità – di visione e di esecuzione – sarà indispensabile per catturare l’attenzione del proprio pubblico. Sulla capacità di individuare e raccontare in tempi rapidi la giusta narrazione si gioca il futuro sviluppo di un progetto di Content Marketing.

Niteo eCC nasce per affiancare le imprese nell’ideazione e nella corretta implementazione di una strategia di comunicazione che metta al centro i contenuti lungo tutte le sue fasi di sviluppo: definizione e pianificazione della strategia dei contenuti, sviluppo narrativo, condivisione/diffusione sulle piattaforme individuate nelle linee guida strategiche; misurazione dei risultati.

Lavoriamo in modo flessibile, per garantire che il programma che svilupperemo sia adatto alle esigenze e all’approccio strategico più consono alla singola impresa.

Pilastri del Social Business: Persone, Processi, Piattaforme

Al cuore della trasformazione verso il social business Michael Brito individua tre pilastri sui quali costruire il cambiamento: il primo, ovviamente, sono le persone (tutte le persone coinvolte a titoli diversi dal semplice fatto che l’azienda esiste); il secondo i processi; e il terzo la tecnologia.

Il contributo che Niteo eCC si propone di dare alle basi teoriche di Michael Brito, e di quanti stanno lavorando sui cambiamenti in atto, è di natura pratica e si concentrerà su esempi concreti di come il cambiamento investe ogni singolo aspetto dell’impresa sociale.

Cominceremo con l’utilizzare Time – il blog – come una finestra sugli sviluppi del digitale in chiave sociale (non solo di Social Business).

Ci piacerebbe farlo con il vostro supporto e con i vostri contributi.

Se credete che sia giunto il momento di spingere l’acceleratore sulla strada del cambiamento per le imprese a partire dal modo in cui fanno marketing e comunicazione, aspettiamo di sentire anche la vostra voce.

Lo spazio non manca.

La strategia per il Social Business è un piano documentato di azioni volte a supportare l’evoluzione e la trasformazione del pensiero di un’organizzazione collegando iniziative sociali interne ed esterne perché sfocino in connessioni collaborative, in una organizzazione più sociale e in valori condivisi de tutti gli stakeholder (clienti, partner e dipendenti) dell’organizzazione stessa”.

Your Brand, the Next Media Company, 2013

Michael Brito